Torna alla ricerca delle sagre!

CERVIA

CERVIA
Cervia è un comune italiano di 28 700 abitanti della provincia di Ravenna.
Il vasto patrimonio di aree verdi e uno sviluppo turistico in armonia con l’ambiente hanno assicurato alla città la garanzia del marchio EMAS e dal 1998 l’ambito riconoscimento di Bandiera Blu. Abbracciata da oltre 300 ettari di pinete, 827 ettari di saline, è una vera e propria oasi naturalistica ricca di avifauna.
Con i suoi 9 km di spiaggia di sabbia fine e servizi di prim’ordine negli oltre 185 stabilimenti balneari, Cervia offre numerosi attività per il tempo libero e tanto sport per ogni età.
Cordialità, ospitalità e gastronomia romagnola trovano espressione nelle numerose strutture ricettive, nei ristoranti alla moda, nei bar e nelle discoteche che accolgono ogni anno migliaia di turisti.
 
La Torre S.Michele

La Torre S.Michele si trova nel centro storico di Cervia e risale al 1691, cioè prima della fondazione di Cervia Nuova, quando era stata edificata per difendere la città da Turchi e Saraceni.

Nel 1691 il conte Michelangelo Maffei, che aveva già fatto costruire il Magazzino Torre per la conservazione del sale, fece edificare questo poderoso edificio per difesa contro gli attacchi pirateschi.

Tesoriere di Romagna dal 1682 al 1706, Maffei fu più attento alle esigenze della popolazione cervese rispetto ai suoi predecessori.
La principale funzione della Torre era di difesa: in cima vi era la piazza d’armi per segnalare assalti di briganti e saccheggiatori e per difendere la preziosa risorsa del sale, conservato nel Magazzino.
A pianta quadrata con lato di 13,5 m, altezza di 22,5 m e muri di 3 m di spessore, la Torre era un vero e proprio fortino, con numerose aperture, finestre e feritoie corredate di armamenti a breve e lunga gittata.
La Torre poteva inoltre ospitare le guardie che vi risiedevano e la rendevano un edificio indipendente, dotato di camini, raccoglitori esterni per l’acqua, docce, impianti di scarico e altre utilità.
La Torre sembra essere ispirata ad un vecchio disegno di Michelangelo Buonarroti, realizzato per difendere le aree costiere dello Stato Pontificio e conservato presso gli archivi della Reverenda Camera Apostolica.
La Torre è intitolata a San Michele Arcangelo, santo protettore di Michelangelo Maffei, come testimonia la dedica nel bassorilievo marmoreo sopra la porta d’ingresso.

Museo del sale
 
Collocato all'interno del magazzino del Sale "Torre", MUSA custodisce una fetta di storia cervese. E' nato dalla attività del gruppo culturale Civiltà Salinara che ha voluto mantenere vivo il ricordo del lavoro in salina ed ha raccolto documenti, attrezzi e foto che testimoniano l'ambiente e la produzione del sale. E' un museo etnografico che pone al centro l'uomo e la sua cultura. Musa è riconosciuto Museo di Qualità della Regione Emilia Romagna.
E’ stato inaugurato con una veste rinnovata nel 2004 e posto stabilmente all’interno del magazzino del sale torre in via Nazario Sauro. Mission del museo è la tutela, conservazione valorizzazione di oggetti, immagini e documenti testimoni della civiltà del sale. Il museo vuole essere luogo di stimolo e riflessione nonché sede di servizi utili alla città, ai suoi ospiti e al pubblico in generale. Luogo di incontro, crescita culturale e ricerca, conserva, valorizza e promuove lo studio e la conoscenza del patrimonio materiale e immateriale della città allo scopo di preservare la memoria e stimolare interesse per il passato e per la storia della città. Il museo si sviluppa attraverso percorsi che esplorano l’evoluzione dei paesaggi e della comunità. Attraverso lo stimolo dei sensi si vive l’avventura della storia, della produzione del sale, del lavoro dell’uomo, della vita sociale.
All’interno del museo spiccano alcuni pezzi particolarmente interessanti e singolari quali la burchiella , imbarcazione in ferro a fondo piatto utilizzata fino alla fine degli anni ’50 per il trasporto del sale. Di grande interesse gli antichi attrezzi in legno usati per la produzione e la raccolta del sale, le immagini dei salinari al lavoro, oggettistica e tutto ciò che ruota attorno alla produzione del sale e all’antica salina.
Nel 2013 MUSA ha aperto una sezione archeologica che ospita importanti reperti che tracciano la storia dei luoghi fra i quali sono da ricordare un frammento di cippo funerario con testa di medusa risalente al I-II sec., ancora e contenitore in rame della nave altomedievale (VI-VII sec.) scoperta in una cava di sabbia nel 1956 e i tappeti musivi della Chiesa di San Martino prope litus maris ( VI sec.), importante rinvenimento del 1989 in un’area attigua alle saline.
 
Fontana Il Tappeto Sospeso
 
Ideata dall'artista Tonino Guerra e realizzata nel 1997 in occasione del trecentesimo della fondazione di Cervia Nuova.

La fontana è' stata collocata nel luogo simbolo della città: la piazza antistante gli antichi Magazzini del Sale, con la Torre di San Michele e l'asta del Porto Canale. L'opera in mosaico è stata realizzata dall'artista ravennate Marco Bravura col quale ha collaborato la figlia Dusciana, anche lei artista del mosaico, a evocare la cultura bizantina della Ravenna Imperiale. A reggere il grande tappeto (3x5 m) dalle migliaia di tessere musive, tutte tagliate a mano, pare sia una nuvola di vapore, che lo fa apparire magicamente sospeso a mezz'aria, conferendo magia evocativa all'opera. Sopra, due cumuli di sale simboleggiano l'identità e la storia della città del sale: un patrimonio naturale e di tradizioni che non vuole essere disperso e il volo del tappeto che simboleggia la volontà della città verso la crescita e l'evoluzione di nuove rotte.
 
Da non perdere
Da non mancare, la visita guidata in salina a piedi o in barca, per osservare fenicotteri, aironi e cavalieri d’Italia, quella alla Casa delle Farfalle & Co. e al mattino presto il mercato del pesce. Da acquistare, un sacchettino di sale dolce, prodotto nella salina Camillone, l’unica rimasta intatta, a produzione artigianale.
 
Sulla tavola
Il sale dolce di Cervia, presidio Slow Food, caratterizza la gastronomia proponendo anche specialità come la cioccolata al sale. D’obbligo, l'assaggio di piadina con squaquerone, rucola e un bel bicchiere di sangiovese. Vino bianco invece per la grigliata di pesce azzurro. Per dessert, albana e ciambella. Luoghi della tradizione romagnola sono il Circolo dei pescatori, la Casa delle Aie, il Borgo Marina e i colorati chioschi di piadina.
 
Per divertirsi
Il divertimento è assicurato per tutte le età: laboratori di aquiloni, campi di minigolf, gare di go-kart, i percorsi di Cervia Avventura fra gli alberi del Parco Naturale, tornei sportivi e di marafone per i più pigri, e l’iniziativa "Salinaro per un giorno" per imparare la tecnica della raccolta del sale.
 
Per tenersi in forma
Le Terme di Cervia e alcune SPA direttamente sulla spiaggia accolgono gli ospiti con rilassanti trattamenti estetici e curativi. Vari percorsi attrezzati immersi nel verde della pineta e la Palestra all’aria aperta sono disponibili per passeggiate a piedi o in bicicletta, jogging o semplicemente per godere della natura.
 
Appuntamenti di rilievo
Eventi di grande interesse sono lo "Sposalizio del mare", festa assai antica, ripetuta ogni anno dal 1445 nel giorno dell’Ascensione, "San Lorenzo" che si svolge ogni 10 di agosto dal 1888 e "Sapore di sale" con la rievocazione della storica Rimessa del Sale, la riscoperta di antichi mestieri e sapori legati all'oro bianco.






Gallery



Gallery

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Le sagre in zona

Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO