Torna alla ricerca delle sagre!

CASTELLARANO

CASTELLARANO

Comune Matildico con uno dei centri storici più insigni della provincia, è caratterizzato da monumenti come la Rocchetta, il giardino pensile, il Castello, la Torre dell'orologio.

BORGO FORTIFICATO DI CASTELLARANO

Alla base del colle si trova la Rocchetta quattrocentesca, di proprietà comunale. Da essa partivano le mura, ancora in parte visibili. Due vie acciottolate percorrono l'antico paese e portano al Castello e alla torre dell'Orologio, un'antica vedetta destinata a sorvegliare il Secchia. Di fronte al Castello è situtata la parrocchiale di Santa Maria Assunta, di origine romanica.

IL CASTELLO

Dopo la morte di Matilde  la rocca e il feudo rimasero al conte Raniero, poi ai diversi feudatari. Attraverso i secoli fu più volte oggetto di rifacimenti e trasformazioni. La rocca venne poi rifatta e adattata ad abitazione, ma non doveva avere nulla di distinto. Fu invece trasformata in un palazzo signorile con giardini, fontane e statue dall'ultimo feudatario della linea degli Este-S.Martino, il Marchese Carlo Filiberto II. Nel 1777 la rocca venne di nuovo restaurata e modificata dal feudatario Gaudenzio Valotti, e alla sua morte passò al Duca Ercole III di Modena che la spogliò delle cose più preziose, trasferendole nella sua villa di Mugnano. Con l'arrivo dei Francesi e la soppressione dei feudi, la rocca venne venduta alla famiglia Canevazzi e quindi alla famiglia Casali, i cui eredi ne sono tuttora proprietari.
Il 20 luglio 1944, fu incendiata per rappresaglia dai tedeschi e ridotta a un rudere. Solo nel 1974 i proprietari la fecero ricostruire.

LA ROCCHETTA

Le aggiunte e trasformazioni al complesso originario, furono dovute alle mutate esigenze belliche ed alla perdita di funzione militare del complesso che venne in seguito utilizzato a scopo abitativo. Le fortificazioni ancora oggi visibili, il fossato, i beccatelli, il camminamento di ronda, risalgono al XV secolo.
Quando le mura persero il loro valore militare, la piazza divenne uno spazio urbano destinato a scambi, residenze, magazzini. In questa piazza si trovava il portico del pavaglione o loggia della mercanzia, il magazzino pubblico del sale, un passaggio di comunicazione col Monte di pietà. 



Cosa visitare in zona




aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Le sagre in zona

Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO