Torna alla ricerca delle sagre!

MONTEFIORINO

MONTEFIORINO
Montefiorino è un comune di 2.100 abitanti della provincia di Modena, situato a 34 km dal capoluogo sul primo appennino.
Montefiorino fu centro di una repubblica partigiana nella seconda guerra mondiale, che gli valse il conferimento della medaglia d’oro al valor militare.
Posto sul percorso del sentiero Matilde, il centro del paese è dominato dalla mole possente della rocca medioevale. All’interno del territorio comunale è posto il borgo medioevale di Rubbiano, dominato dalla pieve romanica, intitolata alla Beata Vergine Assunta, e dall’antica canonica. Tra le frazioni e località troviamo Casola, Farneta, Gusciola, Macognano, Rubbiano e Vitriola.

MUSEO DELLA REPUBBLICA PARTIGIANA
Collocato all’interno della Rocca. Nell’allestimento sapientemente studiato di armi, equipaggiamenti, vestiario, immagini fotografiche, didascalie, diapositive, filmati d’epoca, testimonianze scritte e in viva voce dai protagonisti, è possibile rivivere i giorni dellai Resistenza, l’entusiasmo e i timori, entrando nella quotidianità della vita della Repubblica di Montefiorino.

PIEVE DI SANT’ANDREA
In località Vitriola, la Pieve di Sant’Andrea, secondo la tradizione, pare essere una delle cento chiese che sarebbero state erette dalla Contessa Matilde tra l’inizio dell’XI e il principio del XII secolo.  

PIEVE DI SANTA MARIA ASSUNTA
In località Rubbiano, citata dall’882, la pieve accoglieva nel suo ospizio i viandanti della Bibulca, antica via romana che permetteva il transito di due buoi appaiati, e quindi di carri, che portava al Passo delle Radici e da qui in Garfagnana. La chiesa riflette nel suo romanico i canoni della riforma benedettina di Cluny, con influssi dal Duomo di Modena; mirabile l’acquasantiera attribuita al Maestro delle Metope.

ROCCA
Sorse probabilmente su una postazione dei Liguri e poi dei Romani; si sviluppò attorno al mastio, costruito nel 1170 da Bernardo Montecuccoli feudatario dell’Abate di Frassinoro, a difesa delle terre soggette all’Abbazia. Baluardo dei Montecuccoli, presidio sui percorsi medievali dei pellegrini, nel 1426 passò agli Este. Nel 1944 fu il simbolo della Repubblica Partigiana di Montefiorino, prima zona libera del Nord Italia.
Vi si accede dall’imponente Porta reale; sulla destra, un rilievo raffigura S. Michele, l’arcangelo guerriero a cui era dedicata la cappella castellana. Si articola su un poderoso quadrilatero attorno al cortile, con tre lati porticati aperti in logge. Nel lato ovest emerge il mastio, recentemente restaurato.


Gallery



Gallery

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario
Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO