Torna alla ricerca delle sagre!

RIOLUNATO

RIOLUNATO
Riolunato è un comune di 730 abitanti che si estende nella parte più profonda dell’Appennino modenese, dai 620 metri del torrente Scoltenna ai 2.516 metri del Monte Cimone
Otto le frazioni: Castellino, Castello di Riolunato, Cento Croci, Frassineto, Roncombrellaro, Serpiano nel Frignano, Groppo, Le Polle. Il nome deriva dal “rio” che discende dal Monte Cimone, un tempo chiamato “Alpe de Nona”. Curiosità: Riolunato è gemellato con le Isole Far Oer.

CASA GESTRI
Nell’antica piazza del Trebbo si trova Casa Gestri, in passato sede della comunità civica, dove spiccano l’originale arengo ed uno splendido affresco datato 1462, recante l’iscrizione “Salva popolum tuum Virgo Maria”, che la tradizione popolare vuole essere stato dipinto in occasione di un’epidemia di peste. Il dipinto raffigura la Vergine attorniata da San Giorgio e un altro Santo.

CHIESA DI SAN PIETRO
Situata in località Groppo, presenta una struttura centrale dell’edificio datata 1621, ma la fonte battesimale in arenaria della fine del ‘400 e un pulpito in legno intagliato della metà del ‘500. Il campanile, situato nei pressi della chiesa, reca sull’architrave scolpito del portone una scritta che menziona lo scamparso storico paese di Flaminiatico, distrutto nel ‘400 da eventi bellici o naturali.


COLONNA DI OBIZZO
In via della Croce si trova un’antica colonna in arenaria scolpita con capitello decorato da bassorilievi tardo romanici e alla sommità un crocefisso in ferro, detta Colonna di Obizzo, in quanto ricorderebbe la morte del feudatario locale Obizzo da Montegarullo, che la leggenda popolare racconta essere stato ucciso nelle immediate vicinanze da un certo Martinelli di Riolunato su incarico degli Estensi.

ORATORIO DELL’OSPEDALE
Un tempo ricovero dei pellegrini e bisognosi. Al suo interno si trovava uno splendido affresco raffigurante la Madonna in trono col Bambino tra San Giacomo e altro Santo, danneggiato da un incendio nel 1949 ed ora restaurato e collocato nella sala della Biblioteca Comunale.

PONTE DELLA FOLA
Sul fiume Scoltenna, lungo l’antica via medievale, si trova il Ponte della Fola, un’antica e suggestiva costruzione a doppia arcata dall’originale struttura a doppia schiena d’asino.



Gallery



Gallery

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Le sagre in zona

Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO