Torna alla ricerca delle sagre!

POLESINE ZIBELLO

POLESINE ZIBELLO
II Comune di Polesine Zibello è situato nella bassa pianura padana ad una distanza di circa 35 km da Parma, da cui amministrativamente dipende, a 27 km da Cremona e a 30 da Piacenza. Sul suo territorio, totalmente pianeggiante, di circa 26 kmq., vive una popolazione di poco più di 3.000 abitanti. Come tutti i paesi posti lungo il grande fiume è caratterizzato da un fìtto reticolo di canali e strade che ha assunto l'aspetto attuale attraverso un processo di lunghissima, ma imprecisabile durata. Su di esso hanno profondamente inciso sia la colonizzazione romana sia l'opera degli agenti naturali, primo fra tutti il Po, lungo i cui paleoalvei corrono numerose strade e canali. Il clima è quello tipico della Pianura Padana e delle zone rivierasche del Po: freddo d'inverno, caldo d'estate, con una forte umidità presente tutto l'anno che accentua ancora di più gli effetti degli sbalzi termici annui. Le coltivazioni sono di tipo intensivo, e riguardano principalmente mais, orzo e frumento, barbabietole, pomodori; grandi sono le estensioni dei prati, che garantiscono il foraggio per le piccole e medie stalle degli allevatori locali. I paesaggi più gradevoli, ricchi di fascino e coinvolgenti per chi vi si avventura, sono quelli del Grande Fiume, dei suoi argini, delle sue anse e lanche, dove flora e fauna tipiche ancora sopravvivono pressoché indisturbate.
 
Villa Ida in località Pieveottoville: Bernardo Bertolucci la volle inizialmente come location di Novecento

Con una felice scelta architettonica gli spazi interni comunicano con quelli esterni attraverso ampie vetrate che si aprono sul giardino ricco di alberi secolari. L'interno della villa è arricchito da affreschi di Giuseppe Moroni che ha realizzato anche la grande vetrata policroma che da sa sfondo allo scalone principale.

La facciata prospetta su Viale Gaspare Bolla, un tempo Viale delle Rimembranze, sul quale si apre l'elegante ingresso principale. Nel retro un altro giardino più privato e più vissuto si articola in specidici spazi destinati alla vita quotidiana.

La villa è di proprietà privata. Fu inizialmente valutata da Bernardo Bertolucci, durante lo scounting per le location del film, come casa padronale della famiglia Berlinghieri per il film Novecento.

Teatro Pallavicino: Una piccola sala all'italiana, gioiello nella bassa parmense 

Nel 1804, per soddisfare i desideri dei notabili del paese, il marchese Antonio Palalvicino, ultimo feudatario prima della soppressione dei feudi voluta da Napoleone, aprì al pubblico, nel Palazzo, una sala con funzioni di teatro la quale a quel tempo non aveva che il palcoscenico. Le file dei banchi in platea spettavano: la prima al marchese, la seconda al clero, la terza ai domenicani, la quarta e quinta alle famiglie degli interpreti, le rimanenti al pubblico.

Nel 1827 una ristrutturazione operata da Lorenzo Boni, trasformò l'ambiente in vero e proprio teatro, sia pure di contenute dimensioni. Venne dotato di 12 palchetti con un palco centrale e decorato da Pietro Piazza e Giovanni Azzi (di quest'ultimo si conserva ancora il sipario a tendone con decorazioni floreali). Per tutto il XIX secolo il teatro fu oggetto di adattamnti e manutenzioni di vario genere per renderlo più funzionale e confortevole, oltre che per conformarlo alle norme di sicurezza via via emanate.

Nel 1905 l'edificio in cui il teatro è collocato venne acquistato dall'amministrazione comunale a seguito di permuta, con la contessa Anna Pallavicino Simonetta, di altro adiacente immobile (municipio vecchio e scuole vecchie).

Nel 1913 venne costruito il loggione. Il piccolo teatro presenta le stesse caratteristiche dei numerosi teatri sorti in Italia tra il Settecento e l'Ottocento: pianta a ferro di cavallo, palcoscenico separato dalla sala, forma a pozzo con i palchetti su più ordini. Collocato al primo piano (simile in questo al vicino Teatro Verdi di Busseto) vi si accede attraverso un'ampia scalinata che sale da sotto il portico esterno.

Il teatro è oggi visitabile. Ogni informazione presso l'ufficio turistico di Piazza Garibaldi (aperto da aprile ad ottobre dalle 15:00 alle 18:00 il sabato, la domenica e i festivi). In caso di chiusura, rivolgetevi alla Locanda Leon d'Oro presso lo stesso Palazzo Pallavicino.


Gallery



Gallery

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Le sagre in zona

Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO