Torna alla ricerca delle sagre!

Borgo Santa Caterina

PT1nTQ==/PT1BTzFrak0=_scaterina.jpg

Le 3 tele dedicate a Santa Caterina, custodite nella conca absidale della chiesa parrocchiale: il martirio di Santa Caterina di Francesco Fontebasso, opera di drammatica potenza circondata da una cornice in stucco; Santa Caterina nella disputa con i filosofi pagani di Gaetano Peverada, pittore bergamasco dall’evidenza rappresentativa; Santa Caterina visitata in carcere da Porfirio e dall’Imperatrice Augusta di Pietro Roncalli.

L’innovativo percorso museale dell’Accademia Carrara, pensato sia in base ad un ordine cronologico, a partire dal ‘400 fino alla fine dell’800, sia attraverso le scuole pittoriche italiane e straniere. La ricchezza e varietà dei capolavori permanenti, tra cui gli importanti corpus dei pittori Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni, sono arricchiti da diverse mostre provvisorie per mantenere vivo l’interesse artistico dei concittadini, oltre che dei turisti.

La Chiesa e il chiostro medievale a pianta quadrata del monastero dei Celestini, risalgono al ‘300 e si ergono inaspettati in mezzo ad edifici moderni. Le linee architettoniche e la struttura semplice rispecchiano i canoni dell’Ordine benedettino lontano dagli sfarzi; nei secoli però la chiesa fu ampliata e resa più “barocca”, con una grande scala e l’aggiunta di affreschi, stucchi e intagli al suo interno.

Il Parco Suardi è lo spazio verde da non farsi sfuggire, inaugurato nel 1950, costellato di giochi e attrazioni per bambini e percorso da ampi vialetti, ideali per una passeggiata romantica. Qui si staglia un’epigrafe dedicata a 3 esponenti della poesia dialettale: sullo sfondo dei loro versi arguti la storia del Borgo e dei suoi abitanti, luogo di vita e di socialità per artisti e cittadini.

 

Da segnalare una delle feste religiose e popolari più amate e partecipate dai bergamaschi: la festa dell’Apparizione, che si celebra il 18 agosto, con spettacolari fuochi d’artificio, cena sociale lungo la via Santa Caterina e processione che culmina di fronte all’Accademia Carrara.

Altro evento estivo è rappresentato dai venerdì del Borgo: per 4 venerdì sera d’estate (giugno-luglio) consecutivi, il borgo d’oro si chiude al traffico e si popola di mercatini, laboratori per bambini, musica, spettacoli, mentre bar e ristoranti si trasferiscono in strada.

 

I casoncelli sono il piatto tradizionale, pasta fresca e ripiena di carne, che nasce per riutilizzare gli avanzi bovini e suini e si è poi arricchito con il passare degli anni.

 

Il biscotto del Bigio, nato a San Pellegrino Terme, riprodotto con la stessa ricetta dal 1934 e rivenduto solo da selezionati locali. Si tratta di un frollino dorato profumatissimo, ammaliante e intenso al palato. I dolci di Donizetti, specialità della storica Pasticceria Camponuovo, nata nel 1947 e la polentina “osei”, per i golosi di pasta di mandorle. Gustoso anche il gelato al gusto stracciatella, che è nato proprio a Bergamo.

Aggiungi questo evento al tuo calendario!

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Condivi questa sagra ai tuoi amici!

Dal 01/01/2021 al 30/06/2021

Prodotto Tipico: borgo



Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO