Torna alla ricerca delle sagre!

Borgo di Monte Isola

PT13TQ==/PT13TnpBek0=_MG0253.jpg

Di Monte Isola, l’isola più grande dei laghi europei chiamata “la Capri del nord”, Siviano (250 m d’altitudine) è da sempre il capoluogo. Si sbarca sul pontile, nella frazione Porto, davanti ad un grappolo di case antiche (un nucleo risale al XVIII secolo), si ammirano la chiesetta e la cinquecentesca villa Solitudo, e inerpicandosi per una lunga e stretta stradina, dai gradini in pietra di Sarnico consunti, tra due muretti che – direbbe Montale – “mettono negli orti, tra gli alberi dei limoni”, si giunge al centro dell’abitato, dove l’imponente torre Martinengo domina la piazza del municipio. La torre di Siviano risale ai tempi del feudalesimo, è di forma quadrata e raggiunge i 20 m d’altezza. Siviano, in fondo, non è che un grandioso castello medievale trasformato con l’aggiunta di alcune fabbriche. La torre principale è la prova di un antico complesso fortificato, leggibile nei resti di altre torri, nelle robuste muraglie di alcune case, nei pesanti voltoni di altre. Affacciato sul lago, Siviano con le sue case con archi, loggette, stipiti di pietra e abbellite dai fiori, è il regno degli inviti seducenti.

Si raggiunge Masse (400 m. d’altitudine) per una vecchia strada di acciottolato bianco che parte dal centro di Siviano. Al crocicchio per Olzano, altro piccolo borgo situato nella parte alta dell’isola, un grande masso di arenaria rossa e una “santella” dedicata alla Madonna indicano il luogo in cui si incontravano le streghe per il rito del sabba. Belle le case in pietra e la piazzetta con la chiesa quattrocentesca di San Rocco, restaurata nel seicento; belli i portici, i cortili con i pozzi, gli attrezzi di una civiltà contadina che sta scomparendo. Nella sua povertà, l’abitato di Masse è quello che si è meglio conservato. Le case hanno il carattere della montagna, con muri in grossi blocchi di pietra locale, gli affacci rivolti verso le corti interne e il basso rustico sottoportico in pietra.

La frazione Novale (250 m s.l.m.) era a metà seicento la residenza estiva del vescovo di Brescia Marco Morosini, e Casa Morosini è chiamato tutto l’antico complesso di edifici, che ha poco da vedere con l’architettura dei paesi a lago, ma presenta le caratteristiche dei borghi di montagna, con muri spessi di grosse pietre, volti e androni, viuzze lastricate in pietra, balconi di legno.

Carzano era un feudo dei Martinengo e il loro palazzo ospitava per liete scampagnate la nobiltà dei dintorni. Oltre a palazzo Martinengo (di proprietà privata) sono da vedere casa Novali, una dimora signorile del XVI secolo, e il palazzetto Ziliani, con un portale bugnato di pietra di Sarnico.

Peschiera Maraglio, un tempo abitata quasi interamente da pescatori, sembra fatta, come certi luoghi del sud, per vivere più all’aperto che dentro le abitazioni. Il lungolago, dove ancora sostano le barche, era tutto ricoperto di reti esposte al sole. Le case fiorite di gerani, gli stretti vicoli collegati da archi e scale che sempre riconducono al lago, l’odore del pesce che sta essiccando, ne fanno un luogo di fascino. A Peschiera, dominata dalla mole del castello Oldofredi, vi sono diversi edifici di notevole interesse architettonico, come casa Erba, rivolta verso il lago con il suo portico di cinque arcate. Il portico e la loggetta sono delle costanti dell’architettura montisolana, e si trovano anche, come aggiunta tardiva, nel Castello.

Sensole – da sinus solis, golfo del sole – non conosce i rigori invernali, è una piccola Sanremo per il clima mite e la bellezza dei dintorni, ed è forse la località più artistica dell’isola, celebrata da pittori, poeti e donne famose quali Caterina Cornaro, Lady Montague, George Sand. Tre trattorie invitano a una sosta dopo una romantica passeggiata sotto gli ulivi, che permette di godere dell’incantevole panorama. In alto, troneggia la rocca Martinengo, costruita dagli Oldofredi nel secolo XIV, atta a controllare il versante sud est dell’isola e che sovrasta l’abitato della frazione Menzino, dove si trova anche il seicentesco palazzo Zirotti.

A Senzano, piccolo paese che si trova sulla strada per Cure, è possibile visitare la piccola chiesa dedicata a San Severino.

Tra le frazioni Menzino e Senzano si trova il piccolo borgo denominato Sinchignano.

Cure, con i suoi 500 m d’altezza, è la frazione più elevata, accovacciata ai piedi del santuario della Madonna della Ceriola. I suoi abitanti si dedicano all’agricoltura e conservano ancora le tradizioni del mondo rurale.

Fiaccola sul monte, il Santuario della Madonna della Ceriola è un luogo di religioso silenzio nel punto più alto dell’isola (m. 600), da dove si gode la più bella vista del lago d’Iseo, come dall’albero maggiore di una nave. Il Santuario, bianco com’è, sembra una perla incastonata nel verde dei pascoli e nel cielo azzurro. Sotto, sui versanti della montagna, gli fanno da corona le undici frazioni di Monte Isola, quasi avvolte dal manto di protezione della Madonna della Ceriola. Ricco di ex voto, il santuario potrebbe essere uno dei più antichi luoghi di culto mariani in Italia, sorto agli albori del cristianesimo sul luogo di un tempietto dedicato a divinità pagane delle selve, forse al fauno, come farebbe presumere la parola FANI incisa sulla pietra che sostiene la colonna della facciata. La luce cristiana che si stava diffondendo sul lago d’Iseo, sino allora dedicato alla dea Iside da cui prese il nome, era quella delle candele di cera (Ceriola) che accompagnavano la processione dei credenti nella festa della Candelora.

Aggiungi questo evento al tuo calendario!

aggiungi a google calendar Scarica file ics per aggiungerlo al tuo calendario

Condivi questa sagra ai tuoi amici!

Dal 12/02/2021 al 30/06/2021

Prodotto Tipico: borgo



Copyrights © 2018 Sagre & Borghi
Sagre & Borghi è un marchio di proprietà di Box Service Edizioni e dwb s.r.l.

Box Service S.a.s. - Via Canaletto 109/B 41030 SAN PROSPERO sul Secchia (MO) - P.I & CF 01819040369
dwb s.r.l. – Via Matteotti 7/1 – Finale Emilia (MO) – Email: info@dwb.it Tel: +39 0535760305 – P.iva: IT02067651204 – Capitale Sociale €10.000 iv
Questo Sito utilizza cookie. Cliccando su ACCETTO o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni Leggi di più    ACCETTO